FONDAZIONE A.I.B.  – CODICE ETICO

Fondazione A.I.B. ha deciso di adeguare il proprio modello di gestione e di controllo alle esigenze espresse dal Decreto 231 Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche e degli enti, anche al fine di ribadire le condizioni di correttezza e trasparenza nella definizione dei contratti di business e nella conduzione delle proprie attività. Nel sostenere maggiormente i valori contenuti nel Modello Organizzativo di Controllo, Fondazione A.I.B. ha predisposto un CODICE ETICO che contiene i principi deontologici del CF sui quali richiama l’osservanza da parte di tutti i dipendenti, collaboratori, docenti, organi sociali, consulenti e fornitori.

FONDAZIONE A.I.B.  – EROGAZIONI PUBBLICHE RICEVUTE NEL 2018

Ai sensi dell’articolo 1, commi 125-129, della Legge n.124/2017, si riportano di seguito le erogazioni, superiori a 10.000 euro, che Fondazione AIB ha ricevuto dalle pubbliche amministrazioni e dai soggetti a queste assimilati nel corso del 2018.

ENTE EROGANTE AMMONTARE
PROVINCIA DI BRESCIA € 76.609,50
REGIONE LOMBARDIA € 1.547.765,10
ANPAL SERVIZI € 41.419,84
MIUR € 13.295,58

Per gli aiuti di stato e gli aiuti de minimis ricevuti si rimanda alla consultazione del Registro nazionale degli aiuti di stato all’indirizzo:

www.rna.gov.it/sites/PortaleRNA/it_IT/trasparenza

FONDAZIONE A.I.B.  – ORGANISMO DI VIGILANZA

L’organismo di Vigilanza (OdV), istituito ai sensi dell’art. 6 D.Lgs.231/01, ha il compito di vigilare sul funzionamento e sull’osservanza del Modello di organizzazione e controllo ex D.Lgs.231/01, ivi compreso il Codice Etico.

Qualora qualche Soggetto venga a conoscenza, anche per tramite di terze persone, di situazioni illegali o eticamente scorrette o potenzialmente illegali o scorrette, deve informare tempestivamente l’OdV; le segnalazioni potranno essere effettuate in forma scritta, orale, in via informatica, e dovranno essere raccolte ed archiviate a cura dell’Organismo di Vigilanza.

L’OdV agirà in modo da garantire i segnalanti contro qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione, assicurando altresì la riservatezza dell’identità degli stessi, fatti salvi gli eventuali obblighi di legge e la tutela dei diritti delle persone accusate erroneamente e/o in mala fede. Tutte le segnalazioni saranno prontamente verificate dallo stesso OdV che, nei casi di accertata violazione del Codice Etico, ne darà notizia al CDA. La mancata osservanza del dovere di informazione in esame è sanzionabile da parte dello stesso OdV.

Per le segnalazioni in via informatica è possibile utilizzare l’indirizzo di posta elettronica seguente: odv@fondazioneaib.it

Invia email

FONDAZIONE A.I.B.  – WHISTLEBLOWING

Il cosiddetto “whistleblowing” (da to blow the whistle, letteralmente “soffiare il fischietto”) assume particolare rilevanza in Italia con l’entrata in vigore della legge n. 179 del 30 novembre 2017 destinata a tutelare il lavoratore che segnali attività illecite delle quali sia venuto a conoscenza nell’ambito del rapporto di lavoro, di collaborazioni esterne o di prestazioni d’opera/servizi in essere o concluse.

Il sistema legislativo era già intervenuto sul settore pubblico con la normativa anticorruzione del 2012 e in particolare con l’art. 54-bis del D.Lgs. 165/2001 sul pubblico impiego. Ma con la legge n.179/2017, vengono introdotte le prime forme di tutela nel settore privato per il whistleblower (segnalante) per il quale vale la nullità del licenziamento ritorsivo e di ogni altra misura discriminatoria.

Enti e aziende che abbiano adottato il MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO previsto dal D.lgs 231/2001, devono d’ora in poi prevedere specifici canali per la segnalazione di condotte illecite, di cui almeno uno idoneo a garantire, con modalità informatiche, la riservatezza dell’identità del segnalante.

Fondazione A.I.B. ha perciò introdotto una modalità di segnalazione illeciti anonima e non tracciabile che faccia pervenire al proprio Organismo di Vigilanza qualsiasi comunicazione utile a identificare condotte o fatti illeciti.

Lo strumento FondazioneAIB – Whistleblowing di seguito compilabile non sostituisce, ma completa l’esistente modalità di comunicazione tramite email a: odv@fondazioneaib.it, canale che mantiene la sua utilità nel consentire un dialogo tra le parti, nonché aggiornamenti e integrazioni delle comunicazioni inviate.

In entrambi i casi le segnalazioni devono essere circostanziate, effettuate in buona fede e complete di elementi utili a consentire le necessarie verifiche, quali una chiara e completa descrizione dei fatti; delle circostanze di tempo e di luogo; delle generalità o altri elementi utili ad identificare gli autori degli illeciti.

Avvia la tua segnalazione